Copy
La newsletter del primo audio-blog sul vino e l'agroalimentare in Italia
View this email in your browser

Enoagricola Blog è un progetto di Fabio Ciarla

In arrivo la versione inglese di Enoagricola ma gli eventi ci travolgono... 

Newsletter n. 41 del 19 (anzi 20) gennaio 2017

Stavo pensando a questa Newsletter, ovviamente, da qualche giorno e programmavo di incentrarla tutta sulle novità che stiamo preparando per voi. Ovvero la versione in inglese, soprattutto, e poi nuove collaborazioni ed eventi, ma in queste ore tra terremoto e neve il Centro Italia, a due passi da noi, sta vivendo uno dei momenti più bui e tragici della storia. Quindi sì, confermo che a breve arriveranno i post anche in inglese su Enoagricola e che a tutti gli effetti stiamo diventando una "squadra" ma per il resto basta così. Vi lascio con gli aggiornamenti indispensabili, per chi magari aspetta la lista di novità dal web, e il post di chiusura del 2016. Al posto dell'evento (che tanto a breve tra Anteprime del vino e presentazioni varie saremo oberati di inviti) vi lascio un'esortazione a essere vicini alle popolazioni vittime di questi disastri. Senza dimenticare però che le Istituzioni vanno pungolate e sorvegliate, affinché le emergenze (reali) siano sempre più gestibili e non delle scuse per l'incapacità di alcuni.

A presto e un abbraccio a tutti quelli che in queste ore stanno soffrendo e/o lavorando in condizioni impossibili.

Fabio


PS: Dall'hotel Rigopiano arrivano le voci di 6 superstiti al momento (20 gennaio ore 12.45), speriamo ne trovino altri...magari tutti i dispersi! Speriamo e preghiamo mentre i soccorritori, ai quali vanno tutti i nostri ringraziamenti, continuano a lavorare in condizioni estreme.

                    DAL BLOG                    
 

POST - Un anno con Enoagricola – Ecco il nostro 2016 (VIDEO)

Una carrellata di immagini per raccontare un anno intenso fatto di eventi e grandi degustazioni. Da Vinitaly a Collisioni, da “Tutti giù in cantina” alla Fiera del Bue Grasso di Carrù e ancora Vinoè (senza immagini accidenti), BaroloBrunello ecc. ecc.
Quello che mi piace è che sono riuscito a mettere dentro un po’ tutto: degustazioni, produttori, vigne, cantina. Perché il mondo del vino va conosciuto per intero e con Enoagricola provo a farvelo conoscere allo stesso modo…
Ah sì, c’è anche la lista dei migliori assaggi – in ordine sparso – con le etichette... (continua)

RECENSIONI e invio campionature

Ricordo a quanti volessero farsi conoscere (senza pretendere il giudizio positivo...) tramite l'invio di campionature che basta inviare una mail a fabiociarla@gmail.com per accordarsi sulla spedizione.
Il vincitore sfoga il proprio entusiasmo, urla uno sberleffo al pericolo che ha corso. Una gioia contagiosa che il pubblico condivide, inneggiando felice sotto il palco, quasi deluso se non viene innaffiato. Molte bottiglie di magnifico Champagne (e altre bollicine, come vedremo) sono state consumate senza remore in questo rituale pagano, forse più ancora di quante, successivamente, verranno stappate per festeggiare.
Ma come è nata questa usanza? Come si è evoluta, quali gli episodi più curiosi? Sono storie, di uomini, corse, trionfi, politicamente corretto e marketing. Soprattutto marketing. 
Infatti lo Champagne fa la sua comparsa sui podi della Formula 1 per ragioni pubblicitarie: il Gran Premio di Francia si svolgeva sul velocissimo circuito di Reims, e nel 1950 Paul Chandon Moët et Frédéric Chandon de Brailles, titolari della maison Moët & Chandon, donarono una Jéroboam (cioè una doppia Magnum) al vincitore Juan Manuel Fangio. 
 
Un approfondimento e alcuni aneddoti davvero interessanti!

Il neuromarketing applicato al mondo del vino

Quale importanza rivestono le emozioni all’interno del processo decisionale? Recenti studi hanno cercato di dare delle risposte a queste domande, fornendo una serie di dati sorprendenti che hanno determinato una rivoluzione nella strategia di approccio al consumatore. Comprendere queste dinamiche può dare alle aziende del vino importanti vantaggi nel definire strategie di comunicazione e vendita più efficaci. 
Continua a leggere su Wine Meridian

Lettera aperta ai soci del Consorzio Produttori Vitivinicoli, nato in Irpinia (WineSurf)

...Se i produttori irpini sono infatti bravissimi a fare vino, quando si tratta di rapportarsi con il mondo dei giornalisti sono nella stragrande maggioranza dei casi, scusate il termine, " ’na schifezza”. 
Non si trovano al telefono, non rispondono a ripetute mail, riesci a parlarci e ti dicono che manderanno i campioni che regolarmente non arriveranno. Per non parlare di foto “di repertorio” o di informazioni più precise sulla cantina....

Continua a leggere

Chiaro e diretto. Ma serve fare così e non solo in Irpinia. Certo lo dico anche nel mio interesse, faccio "comunicazione" di secondo nome e soprattutto per lavoro, ma è pur vero che le carenze maggiori nel mondo del vino italiano arrivano proprio da questo aspetto. Quindi cari produttori...chiamatemi per un preventivo! Oppure chiamate un collega, ce ne sono tanti bravissimi (e alcuni azzeccagarbugli).

Uve da vino: una grande famiglia

Le evidenze archeologiche mostrano come la domesticazione della vite risalga almeno a 6000-8000 anni fa in una zona tra il mar Caspio e il mar Nero. Fu allora che i primi esemplari di vite selvatica (Vitis vinifera subsp. sylvestris) vennero domesticati, selezionando e coltivando le piante con le caratteristiche dei frutti desiderate. Le migliaia di varietà di vite (Vitis vinifera subsp. vinifera) coltivate oggi sono discendenti da quei primi esemplari e da incroci spontanei successivi sia con varietà selvatiche presenti in vari paesi che con varietà già coltivate. La coltivazione raggiunge 5000 anni fa la valle del Giordano, la mezzaluna fertile e l’Egitto e i paesi europei occidentali circa 2800 anni fa.

COMUNICAZIONE E FORMAZIONE - I SUGGERIMENTI DI FABIO


TENDENZE WINE&FOOD
8 comuni errori che facciamo col vino - Qui l'unico errore è leggere seriamente un pezzo del genere. Semplicistico e poco preciso (per dirla in breve)
L'importanza dei numeri nei social network
Musica nei bar e ristoranti: non serve l’autorizzazione
Una carrellata sul movimento dei #Video dedicati a trattori e macchine agricole
I consumi alimentari nel 2017? Made in Italy, tipici e low cost
Lazio: dal Cicolano allo spazio il passo e' breve con Ferrari Farm
MColtivatori e Allevatori di Madrid anticipano il 2017 con un messaggio Whatsapp
HI-TECH E GROCERY, LE 10 INNOVAZIONI CHE ESPLODERANNO NEL 2017
Jamie Oliver chiude 6 ristoranti per “colpa” della Brexit
Trovare i meloni piu' dolci? Ci pensa il nuovo smartphone Changhong H2
La birra dalla fabbrica al pub: in Belgio inaugurato il primo Birradotto
La birra? Arriva quella da bere sotto la doccia. E va a ruba
Pagare i bambini per mangiare le verdure: e' la proposta avanzata da uno studio inglese
"Dobbiamo andare in gruppo e fare molto rumore"

TENDENZE
Influencer e Content Marketing nel focus delle strategie digitali per il 2017?

DATI
Rapporto Frutta e Verdura 2016. La sfida digitale è iniziata

STRUMENTI/GUIDE
Come comunicare la nostra identità attraverso il racconto della nostra storia
Tutte le differenze tra Link Building scadente e rischiosa e Link Building di qualità
Landing Pages: assicurare un atterraggio sicuro ai tuoi utenti
5 EASY STEPS TO CREATE A SOCIAL MEDIA (WINE) STRATEGY
I 3 errori più comuni delle aziende su Facebook!

Perché è ancora tempo di essere solidali

DONAZIONI PER IL TERREMOTO DEL CENTRO ITALIA


In questi giorni tragici, e il peggio sembrava arrivato a fine estate, c'è ancora bisogno di essere solidali e di tentare di aiutare le persone distrutte nell'animo e nelle cose dal terremoto e dalla neve in Centro Italia.
Ci sono polemiche sull'uso dei fondi raccolti, in alcuni casi si tratta di bufale ma c'è anche la possibilità di donare direttamente senza passare da intermediari (se volete ovviamente).
Per questo prendo in prestito la foto di Emanuela Sambucci, amica oltre che brava fotografa, della donazione fatta dalla Banca Popolare del Lazio dalle mani del Presidente Renato Mastrostefano direttamente al Sindaco del Comune di Accumoli Stefano Petrucci.

Al sito del Comune (http://www.comune.accumoli.ri.it/) trovate tutte le indicazioni per inviare denaro e aiutare la ricostruzione. 
Solo una possibilità, tra le tante a disposizione, per mandare un segnale a persone che vivono ormai da mesi tra rassegnazione e disperazione.

 
YouTube
YouTube
Twitter
Twitter
Enoagricola Blog
Enoagricola Blog
Facebook
Facebook
Instagram
Instagram
Google Plus
Google Plus
Copyright © 2015 | Fabio Ciarla | All rights reserved.
Enoagricola Blog - Il primo audio-blog sul mondo del vino
Comunicazione e Formazione


Stai ricevendo questa email perché ti sei iscritto oppure perché hai partecipato ad uno dei miei corsi di comunicazione, sei un mio amico o cliente e ho pensato che potesse interessarti. Nel caso in cui non volessi più riceverla puoi cancellarti in ogni momento o puoi aggiornare i tuoi dati cliccando sui link che vedi qui sotto.

unsubscribe from this list    update subscription preferences 
 






This email was sent to lieve@tiscali.it
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Fabio Ciarla · via Collicello 39 · Velletri, Rm 00049 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp