Copy
La newsletter del primo audio-blog sul vino e l'agroalimentare in Italia
View this email in your browser

Enoagricola Blog è un progetto di Fabio Ciarla

La famiglia di Enoagricola si allarga, in senso letterale... Benvenuto Ascanio!

Newsletter n. 33 del 21 luglio 2016

Un mese di anticipo e tante cose ancora da fare, un viaggio notturno per tornare da Alba a casa e sperare di assistere tua moglie che sta per dare alla luce il tuo secondogenito. Questo e tanto altro ho vissuto tra domenica notte e lunedì sera, quando alle 22.54 è nato mio figlio Ascanio. Una gioia enorme, arricchita da una moglie in forma e bravissima e da una figlia e futura sorella maggiore bellissima. Per non parlare dei nonni, dei fratelli e di tutti gli amici... Un piccolo racconto, almeno per aggiornare anche gli amici lontani (che in massa mi hanno salutato e che ringrazio ancora), lo trovate su Facebook ma qui vi lascio una riflessione anche se il tempo di riflettere è stato davvero poco!
Andando via di corsa da Collisioni mi sono accorto di non aver salutato nessuno, a cominciare dal grande e inarrivabile Ian D'Agata, ma anche di aver lasciato in sospeso molte cose. Avrei voluto chiedere un po' di consigli a Levi Dalton perché il suo "I'll drink to that" è un approccio fondamentale a chiunque voglia fare qualcosa in podcast e sul vino; speravo di parlare un po' con Jeremy Parzen visto che lo leggo spesso e con piacere; c'era poi un personaggio di grande simpatia e capacità come Roberto Dante Martella, proprietario del ristorante "Grano" a Toronto al quale magari avrei strappato un invito; ero rimasto affascinato poi da Iris Rowlee e dal ristorante A16 (sì, proprio come la sigla dell'autostrada Napoli-Bari!) di San Francisco dove lavora, che ha una carta dei vini con presenze italiane incredibili (numerosi Aglianico e altrettanti Verdicchio per dire). Poi Lingzi He, Jeremy Ennis, Bernardo Silveira Pinto, Gabrielle Vizzavona, Pascal Leonetti e tanti altri con i quali avrei voluto passare più tempo. Certo il programma era fitto di degustazioni e di tempo ce n'era poco ma mi sono fatto prendere dal famoso: "Poi vediamo, prima di andare via...". E invece sbagliavo, di brutto. Certe occasioni bisogna prenderle al volo, senza aspettare di essere su un campo sicuro, di sentirsi pronti al 100% o di poter gestire tutto. Questo è l'insegnamento che ho tratto dalla mia partenza repentina da Collisioni 2016: se hai a disposizione qualcosa di bello e di utile non devi aspettare un minuto per approfittarne. Il concetto in realtà non è nuovo, gli antichi romani avrebbero detto "carpe diem", ma la cosa che mi ha colpito è che anche se quello che farai dopo ti darà sicuramente più gioia (e la nascita di Ascanio è una gioia immensa, neanche paragonabile a tutto il resto) non significa che non ti rimarrà un piccolo rimorso per non aver approfittato di quello che la vita di aveva messo a portata di mano prima.
A presto

Fabio

RECENSIONI e invio campionature

Ricordo a quanti volessero farsi conoscere (senza pretendere il giudizio positivo...) tramite l'invio di campionature che basta inviare una mail a fabiociarla@gmail.com per accordarsi sulla spedizione.
                    DAL BLOG                    
 

POST - Biondi Santi e un giovane Brunello di 33 anni – Il mio Vintaly / 3

A volte nella vita ci vuole un po’ di fortuna, come quella che ho avuto all’ultimo Vinitaly quando insieme all’amico e collega (ben più quotato) Piermichele Capulli di WineNews mi sono ritrovato allo stand Biondi Santi per una verticale straordinaria di Brunello, fino ad una strepitosa Riserva 1983…
Entrare nella storia di un territorio e di un’azienda fa sempre un certo effetto, c’è circospezione e riverenza, ancora di più nell’anno in cui proprio prima della fiera veronese le notizie, circolate ad arte, riguardo il possibile passaggio di proprietà avevano messo in agitazione la casata Biondi Santi. (continua)

COLLABORAZIONI - BereRosa, il rosato italiano piace di più con le bollicine (Corrieredelvino.it)

Sicuramente una festa ma anche un banco d’assaggio di un certo spessore, queste le caratteristiche di BereRosa 2016, l’evento dedicato ai vini rosati da Cucina & Vini, tenutosi negli spazi del lussuoso Palazzo Brancaccio di Roma martedì 5 luglio. L’evento ha avuto un’apertura riservata alla stampa nel primo pomeriggio, poi dalle 17 libero ingresso sebbene la maggior parte delle visite – considerando il giorno feriale – si sono concentrate nella serata, quando l’appuntamento è diventato anche una sorta di mega aperitivo a cielo aperto vista la frescura del giardino privato del Palazzo. (continua)

COLLABORAZIONI - 1 CHIANTI COLLI SENESI DOCG 2015 – ARIZZI WINE (BigHunter.it)

Sulle colline senesi intorno ai 400 metri sul livello del mare, la giovane realtà di Arizzi Wine produce i suoi vini presentandoli per ora con i numeri (da 1 a 4). Partiamo dal primo, il tradizionale Chianti Colli Senesi da uve Sangiovese, che si presenta fresco anche nelle indicazioni di servizio dell'azienda, finalmente specificate con un bel 16 gradi come temperatura di servizio al posto del classico e generico "temperatura ambiente". (continua)

Quel che ha spinto i ricercatori dell’Università di Udine a impegnarsi in un’impresa che è durata più di 15 anni sono state le percentuali: lo spazio che occupa la vitivinicoltura in Europa è il 3,3% della superficie agricola totale, mentre le 62 mila tonnellate di fungicidi che impiega ogni anno per proteggere i vigneti dalle infezioni sono il 65% di tutti quelli utilizzati nel vecchio continente. Con un’aggravante: le viti non si coltivano su terreni a rotazione, per cui l’inquinamento provocato dai fitofarmaci si concentra nello stesso suolo anno dopo anno. Era il 1998 quando l’ateneo friulano mise in cantiere un programma di ricerca per la creazione e la selezione di varietà di vite resistenti alle malattie fungine e l’anno scorso 10 di questi neo-vitigni sono stati inseriti dal ministero delle Politiche agricole nel Registro nazionale delle varietà di vite. Sembra una favola a lieto fine, ma lo è davvero?
 
Che si sia pro o contro i vitigni resistenti il problema dei fungicidi, e della sostenibilità stessa del sistema vigneto, non può essere messo da parte. Forse meglio affrontarlo, studiare, parlarne prima di dire no.

L’agricoltura è malata

Qualcosa non torna. I redditi agricoli tra 2005 e 2015 sono aumentati in Italia solo del 14%, quando in Europa crescono mediamente del 40%. Nel 2016 la situazione si sta facendo più critica, con prezzi bassi per tutte le produzioni. Si parla dei successi dell’export, ma si trascura di evidenziare che il merito è dell'industria. Dinanzi a tale situazione, una classe dirigente responsabile avrebbe già indetto una conferenza nazionale, ma gli organi di stampa continuano a diffondere la vulgata di Coldiretti e del ministro Martina, secondo cui va tutto bene e le campagne si riempiono di giovani

Varietà di vite resistenti anche al disciplinare (FreshPlaza.it)

Se i consumatori mangiano poca frutta e verdura, occorre una proposta accattivante, giovane e sbarazzina e che sappia colpire l'attenzione. Da questa semplice considerazione è nata l'idea della 27enne Federica Zammarchi di Cesena: una cucina "on the road" a base di frutta e verdura. 
Non che la carne sia esclusa, ma di certo la predominanza è data dai vegetali. "Anche per distinguermi dai 'paninari' che offrono hamburger, salsiccia e porchetta ovunque" dice Federica. La notizia è uscita ieri sul sito cesenatoday.it e, incuriositi, abbiamo contattato e intervistato Federica in prima persona.

Continua a leggere


La fantasia, unita al sapersi guardare intorno, possono fare molto, anche nell'Italia di oggi. Faccio gli auguri anche io a Federica Zammarchi, perché è giovane e perché ha scelto una strada difficile ma che la porterà lontano. E spero anche altri prendano esempio, vista la qualità del nostro agroalimentare ci guadagneremmo tutti.

Sappiamo comunicare l’olio?

In molte occasioni mi trovo impegnato a spiegare come si debba comunicare l’olio. Lo faccio in vari convegni e talk show nei quali sono chiamano in veste di relatore. Io accolgo molto volentieri l’invito, ogni volta. Anche perché, oltre ad avere tanti utili suggerimenti da trasmettere, mi piace mettere in evidenza soprattutto gli errori che in tanti nemmeno si rendono conto di commettere. C’è da osservare che la comunicazione dell’olio in Italia è da ritenere intimamente e orgogliosamente vetusta. In fondo tutti lo sanno, ma preferiscono percorrere la tradizione anziché inventare nuove formule.

COMUNICAZIONE E FORMAZIONE - I SUGGERIMENTI DI FABIO


TENDENZE WINE&FOOD
Le spese dei turisti a tavola salgono alla cifra record di 12 miliardi
RICERCA COCA-COLA SUGLI ITALIANI E IL “GUSTO”: L’ESPERIENZA MULTI-SENSORIALE DI GUSTARE CIBI E BEVANDE
Confindustria mette online il meglio del made in Italy
CARNE VEGANA, COME CAMBIA L’INDUSTRIA ALIMENTARE?
Birra artigianale, una nuova legge ne sancisce il riconoscimento
Cellulare quasi scarico? Caricalo con un frutto!

DATI
Shopping via Smartphone: il fashion è il settore più amato dagli Italiani
Facebook Messenger ha 1 miliardo di utenti al mese


TENDENZE
Blog aziendale e formazione online, perché è utile al tuo business
La mappa dei Social Media del 2016, con un occhio al passato

Come cambiano  le abitudini di acquisto dei Millennials
Visual marketing: perché è importante scegliere le immagini giuste
L’etica del Personal Branding
Perché i video sono il futuro del Content Marketing

STRUMENTI/GUIDE
Come riconoscere un sito web fasullo
3 ERRORI NELL’EMAIL MARKETING CHE TI FANNO PERDERE ISCRITTI

Come gestire i commenti sui social: consigli in un how-to
COME SCRIVERE CONTENUTI DI QUALITÀ SE SEI UNA PMI
COME AUMENTARE GLI ISCRITTI ALLA NEWSLETTER CON INSTAGRAM [GUIDA]

Sabato 30 e domenica 31 luglio 2016 
@ 17:00 - 24:00
Maenza (LT)
Organizzatore: Associazione Culturale Gradazione 13

 

SKY  WINE - edizione speciale MAGIA & BOLLICINE” RASSEGNA E DEGUSTAZIONE VINI SPUMANTI


Tutto pronto per l'edizione speciale dello SKY WINE, la rassegna enologica che valorizza i centri storici della Provincia di Latina. 
Il magnifico borgo medioevale di Maenza sarà la superba cornice alla degustazione di vini spumanti provenienti dal nostro territorio e da altre località. 
Bollicine quindi protagoniste nell'intrigante itinerario che si articolerà tra almeno tre edifici di rilevanza storica: la loggia dei mercanti, l'ostello medievale ed il castello baronale. 
Tante le etichette presenti, i metodo classico, gli charmat e vini spumanti di territori emergenti con accostamenti gastronomici dei prodotti del territorio, per valorizzare contestualmente la secolare arte vinaria e la tipicità locale. 
Spettacoli di intrattenimento allieteranno i visitatori che sabato 30 e domenica 31 luglio potranno trascorrere due serate "magiche" a Maenza dedicato alla riscoperta della storicità di uno dei più belli e conservati borghi medievali ed alla correlata promozione enogastronomica. 
Oltre al percorso enologico, sono in programma approfondimenti dedicati alle tecniche di spumantizzazione e degustazioni di champagne guidate, con posti limitati su prenotazione.
La manifestazione prevede l’apertura al pubblico dalle ore 17 alle 24. 
L'evento è promosso dal Comune di Maenza ed organizzata da "Gradazione 13" in collaborazione con "Progetto Magentia".
Per il video di presentazione clicca qui

Per info: skywine.bestevents@gmail.com - gradazione13@gmail.com
YouTube
YouTube
Twitter
Twitter
Enoagricola Blog
Enoagricola Blog
Facebook Fabio
Facebook Fabio
Instagram
Instagram
Google Plus
Google Plus
Copyright © 2015 | Fabio Ciarla | All rights reserved.
Enoagricola Blog - Il primo audio-blog sul mondo del vino
Comunicazione e Formazione


Stai ricevendo questa email perché ti sei iscritto oppure perché hai partecipato ad uno dei miei corsi di comunicazione, sei un mio amico o cliente e ho pensato che potesse interessarti. Nel caso in cui non volessi più riceverla puoi cancellarti in ogni momento o puoi aggiornare i tuoi dati cliccando sui link che vedi qui sotto.

unsubscribe from this list    update subscription preferences 
 






This email was sent to lieve@tiscali.it
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Fabio Ciarla · via Collicello 39 · Velletri, Rm 00049 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp