Copy
La newsletter del primo audio-blog sul vino e l'agroalimentare in Italia
View this email in your browser

Enoagricola Blog è un progetto di Fabio Ciarla

Promozione e marketing del vino,
attenzione a come ci si presenta

Newsletter n. 22 del 4 febbraio 2016

La promozione non è da tutti, servono esperienza e capacità di comunicazione. Ma è fondamentale anche l'ascolto, di se stessi e di quello che ci circonda. Il mondo del vino è pieno di esempi di promozione corretta, ma purtroppo - in particolare per l'Italia - anche di errori grossolani. Di solito si sbaglia o per eccesso di ambizioni o per eccesso di umiltà, in entrambi i casi i risultati non sono positivi. Ci sono aziende, o consorzi, che puntando troppo in alto diventano caricature di un qualcosa che non esiste nella realtà. Per chi pecca di troppa umiltà invece l'errore è l'opposto, magari quello di esaltare un quadro antico che tuttavia non presentava solo genuinità ma anche qualche debolezza. Credo sia quello che è successo al produttore dell'isola del Giglio intervistato per un servizio all'interno del programma Kilimangiaro di Rai Tre, una presentazione così familiare e colloquiale del vino dell'isola che alla fine ne esce un ritratto a parer mio del tutto sbagliato. Insomma un conto è fare vino per la famiglia e gli amici, un altro è invece puntare a vendere un prodotto che sia di certo espressione del territorio ma anche fatto in modo che possa piacere fuori dall'isola. Ma il resto potrete leggerlo sul blog...

A presto

Fabio

                    DAL BLOG                    
 
 
POST - L'Ansonaco e i vini del Giglio: forti o eleganti?
“(L’Ansonaco) è un vino forte, ignorante sotto certi aspetti, perché è un po’ grezzo, tanninico… però è il vino del Giglio, che da secoli manda avanti l’agricoltura locale”.
Questa è la frase dedicata al vino dell’isola del Giglio ascoltata all’interno del video realizzato per il concorso “Il borgo dei borghi”, andato in onda il 24 gennaio, nell’ambito del programma Kilimangiaro su Rai Tre. Poche parole che rimandano indietro di decenni la produzione vinicola dell’isola del Giglio. Con tutte le scusanti del caso è come se qualcuno tornasse a raccontare il Chianti come un vino quasi rosato, da bere giovane e senza alcuna pretesa di grande qualità. Un salto all’indietro talmente repentino che non si fa nemmeno in tempo ad acquisire e godere dei consensi che, invece, la produzione gigliese ha acquisito negli ultimi anni.
 
Partiamo dal termine “alternativi”, per segnare l’ultima frontiera dei conservatori. Ecco, definire “alternativi” tutti i tappi non di sughero per il vino sa proprio di difetto, di non adatto. La questione è ben diversa, come ho provato a spiegare nella puntata precedente in cui si parlava anche di tappi di vetro e a corona, ma soprattutto delle varie forme, non tutte autentiche, di tappo “di sughero”.
Gli illusionismi del Naturale - OlioOfficina.it
Lo scempio che si fa di tale aggettivo deve metterci in guardia. Il consumatore viene investito sempre più da una propaganda fin troppo attraente. Occorre una maggiore tutela, individuando una specifica definizione. Per assegnare la qualifica di naturale a un cibo odierno, frutto di trasformazioni, trasporti e conservazioni di non breve tempo vogliamo non applicare le tecnologie termiche, conservative di pastorizzazione o addirittura di irradiazione? E inoltre: laddove si utilizzano diserbanti chimici o insetticidi, è possibile applicare la dizione di “naturale”?

Un tema complesso e delicato, che proprio per questo si presta a facili interpretazioni di parte. Aprire gli occhi significa anche usare le tecnologie e non considerarle come nemiche della natura. Conservare - ad esempio - è il concetto alla base della cultura alimentare moderna
 

Nuove prospettive di mercato per i vini a basso contenuto alcolico?

L'analisi del panorama dei vini "salutari" condotta da Wine Intelligence rivela una sempre maggiore predisposizione verso questa categoria sull'onda della nuova cultura del bere responsabile. Sarà una moda passeggera o un trend in progressivo aumento?

Imballaggio, etichetta, bottiglia e chiusura sono tutti veicoli di comunicazione. Da sfruttare al meglio. - Vignaecantina.it

Packaging, quando l’abito fa il monaco… Confezioni ed etichette sono infatti il biglietto da visita di un vino: devono saper trasmettere anima del produttore e caratteristiche del prodotto. Per questo oggi approfondiamo il tema con un speciale in merito. La prima impressione conta. Poi ovviamente a contare è anche la sostanza ma vi si arriva solo in un secondo momento. Per questo il packaging non va mai sottovalutato e gli va dedicata la dovuta attenzione. Infatti, prima ancora di vedere l’etichetta, è l’imballaggio stesso che veicola il prodotto sia fisicamente che a livello valoriale.

Continua a leggere

Non è una novità ma un approfondimento ogni tanto fa bene, soprattutto per quanti amano così tanto quel vezzo antico delle proprie etichette che proprio non riescono a farne a meno...

Coop Italia e Coop Adriatica sanzionate per “buyer power” ma il fornitore è fallito

L'Antitrust ha multato Coop Italia e Coop Adriatica per aver utilizzato il proprio dominante potere negoziale a danno del piccolo fornitore, messo sul lastrico dopo una collaborazione iniziata nel 1998. Suona come un beffa l'intimazione alla GDO di astenersi da simili azioni quanto il fornitore è ormai fallito
TeatroNaturale.it

COMUNICAZIONE E FORMAZIONE - I SUGGERIMENTI DI FABIO


TENDENZE FOOD&WINE
Quando a cucinare è il cliente: a Milano nasce il corestaurant
La svolta (green) di bar e ristoranti: sostenibilità e prodotti locali
Reno Shoppers Can Meet Their Farmers, Thanks to This Cool App - Incontra il tuo contadino, funziona più o meno così l'APP che ti fa conoscere chi ha prodotto la frutta o gli ortaggi che stai per comprare al supermercato

TENDENZE (Dati, dati e ancora dati. Facciamocene una ragione, sono importanti)
Mobile Marketing: i trend del 2016 
Digital 2016, in Italia sono 24 milioni gli utenti social da mobile
Social network: l’Italia è il quarto mercato europeo per utenti

STRUMENTI/GUIDE
Pagine Facebook: scrivi a chi vuoi nella lingua che vuoi - Due funzionalità davvero importanti per mirare al meglio anche i singoli post
Vuoi migliorare le visite del tuo blog? - Consigli utili 


STRATEGIA
Storytelling: perché raccontare una storia è il modo più potente per attivare il cervello - Per non parlare a vanvera sarà bene pensare alla storica che abbiamo da raccontare
Giuseppe Tortorella: Il sito web? Rinnovatelo con costanza - Consigli utili di uno chef molto "informatico"

SEO & PORNO
Come la Porno Star Sasha Grey ha rimosso migliaia di “Cock” dai risultati della ricerca Google - A volte "non farsi trovare" è importante più di farsi trovare. O meglio, ed è proprio questo il caso, potrebbe essere utile NON farsi più trovare per certe parole chiave. E qui interviene una buona pratica SEO...
 

Giovedì 18 febbraio 2016 
@ 20:00 – 22:30
Sheraton Rome Hotel, viale del Pattinaggio 100 (EUR), ROMA
Organizzatore: Fisar Roma e Castelli Romani

L'enologia laziale verso nuovi traguardi con Omina Romana


Appuntamento allo Sheraton Roma Hotel di viale del Pattinaggio 100, protagonista una delle realtà più affascinanti del Lazio, un progetto di ampio respiro che vuole riportare questo territorio ai vertici qualitativi nazionali e internazionali: OMINA ROMANA
L’azienda, con sede a Velletri e fondata da Anton F. Börner, sta già riscuotendo grande successo nei maggiori eventi del vino mondiali, sarà quindi un grande onore per la Fisar Roma poter organizzare e ospitare la PRIMA GRANDE DEGUSTAZIONE DEDICATA A OMINA ROMANA nella Capitale.
Il costo è di 25 euro, ridotto a 20 per i soci Fisar, mentre per le prenotazioni siete pregati di scrivere a delegazionefisarroma@gmail.com.

Di seguito la lista dei vini di Omina Romana in degustazione:

2013 BELLONE SPUMANTE IGP LAZIO

2013 SHIRAZ ROSATO SPUMANTE IGP LAZIO 

2012 VIOGNIER

2013 CHARDONNAY

2013 CESANESE 

2012 CABERNET SAUVIGNON

2012 MERLOT

2013 CABERNET FRANC 


CUVEE:

2012 CERES ANESIDORA I

2012 JANUS GEMINUS I

2012 DIANA NEMORENSIS
YouTube
YouTube
Twitter
Twitter
Enoagricola Blog
Enoagricola Blog
Facebook Fabio
Facebook Fabio
Instagram
Instagram
Google Plus
Google Plus
Copyright © 2015 | Fabio Ciarla | All rights reserved.
Enoagricola Blog - Il primo audio-blog sul mondo del vino
Comunicazione e Formazione


Stai ricevendo questa email perché ti sei iscritto oppure perché hai partecipato ad uno dei miei corsi di comunicazione, sei un mio amico o cliente e ho pensato che potesse interessarti. Nel caso in cui non volessi più riceverla puoi cancellarti in ogni momento o puoi aggiornare i tuoi dati cliccando sui link che vedi qui sotto.

unsubscribe from this list    update subscription preferences