Copy
La newsletter del primo audio-blog sul vino e l'agroalimentare in Italia
View this email in your browser

Enoagricola Blog è un progetto di Fabio Ciarla

A settembre sarà ancora Collisioni! Ma nelle Marche...

Newsletter n. 34 del 04 agosto 2016

Edizione speciale quella di Collisioni 2016 a Barolo, la terza consecutiva per me nel Progetto Vino di Ian D'Agata e la prima senza i miei angeli custodi in gonnella, rimasti a casa perché la mamma e moglie era incinta, molto incinta. Tant'è che ha rischiato di partorire senza di me. Ma non sto a ripetermi, l'avrete già letto. Quello che non potevo sapere è che in pochi giorni le sensazioni positive avrebbero avuto una coda decisamente diversa, mentre scrivo infatti si stanno svolgendo i funerali di Davide Oltolini, che proprio a Barolo avevo conosciuto e con il quale avevo condiviso degustazioni e sensazioni, anche le più futili. Una notizia che ha sconvolto ovviamente chi gli era più vicino e non riesce a capire il perché di una morte così improvvisa, attacco cardiaco sembra, a meno di 50 anni. Ma non ha lasciato immune neanche chi, come me, lo aveva appena conosciuto. Sia per l'animo gentile e semplice di uno che in realtà ne capiva parecchio di enogastronomia ma non lo faceva pesare, sia perché la vita davvero ti impartisce lezioni quando meno te lo aspetti.
Una newsletter quindi un po' triste ma di certo non disperata. Se la vita ci dice che siamo in bilico allora facciamo in modo di muoverci sempre...
A tale proposito quindi posso dare appuntamento alla nuova edizione di Collisioni Wine Project, questa volta molto più vicino, nelle Marche dal 2 al 5 settembre, alla scoperta del Verdecchio ma anche della Lacrima di Morro d'Alba, della Vernaccia di Serrapetrona e tanto altro... CI sarò e cercherò di sfruttare ogni momento e ogni occasione utile a crescere!

Fabio

RECENSIONI e invio campionature

Ricordo a quanti volessero farsi conoscere (senza pretendere il giudizio positivo...) tramite l'invio di campionature che basta inviare una mail a fabiociarla@gmail.com per accordarsi sulla spedizione.
                    DAL BLOG                    
 

POST - Collisioni emoziona, la vita insegna e a volte fa male

Molti amici, tanti esperti dai quali apprendere cose nuove, un’unica conferma: Collisioni è sempre un’emozione. Quest’anno ancora di più, perché il Festival Agri-Rock più bello del mondo (sempre che ne esistano altri di questo tipo) mi ha donato anche l’ennesimo insegnamento su cosa sia davvero la vita. Domenica 17 luglio, andando a dormire pensavo di apprestarmi a vivere l’ultimo giorno di Collisioni 2016 e invece sono stato svegliato alle 2 del mattino dalla telefonata di mia moglie: “ho rotto le acque, sto andando in ospedale”. Il fatto è che mancava ancora un mese alla conclusione della gravidanza e stavamo più o meno tranquilli, ma la vita ti insegna che non siamo noi a decidere i programmi. Ansia, fatica, corse ma alla fine sono arrivato in ospedale lunedì mattina e mio figlio Ascanio è venuto alla luce in serata, insomma c’ero! (continua)

COLLABORAZIONI - San Lidano, da Sezze IV Gamma di qualità e tante angurie (TerreLab.it)

A ridosso dei 20 anni di attività, il gruppo San Lidano è ormai nell’elite nazionale dell’ortofrutta, fresca e confezionata, e probabilmente il leader in ambito cocomeri.
Siamo proprio nella stagione delle angurie e allora è difficile bloccare anche solo per mezz’ora il presidenteLuciano Di Pastina in ufficio, lui è l’anima ispiratrice e il deus ex machina della Cooperativa San Lidanoche da Sezze è riuscita a crescere fino a meritarsi un posto di primissimo piano tra le realtà a caratura nazionale del comparto. (continua)

COMUNICATI - In Maremma, droni, dispositivi Arduino e ozono per gestire la vigna nel rispetto dell’ambiente. Un lavoro di squadra

Scansano, 29 luglio – Si è tenuta mercoledì in località Diaccialone a Scansano, la dimostrazione in campo del nuovo progetto d’innovazione in vigna che, attraverso l’uso di ozono, droni, sensori e schede Arduino, permetterà di gestire la vigna minimizzando l’impatto ambientale. Il progetto, finanziato dal PIF n.8/2015 “Innovazione, Valorizzazione e Ottimizzazione della Filiera Vitivinicola dell’Area Sud della Provincia di Grosseto”, vede la cantina cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano capofila e in squadra conFattoria Mantellassi, Fratelli Bruni, Montauto e la partecipazione del Consorzio di Tutela del Morellino di Scansano Docg. (continua)

Sento la necessità di comunicare quanto segue a chi il Vino lo Ama, lo Scrive, lo Insegna … lo Vive.
Come alcuni di voi sapranno, non mi è mai piaciuto presentare il nostro lavoro come “biologico” o “biodinamico”. Se sollecitato non posso che rispondere con verità e cioè che la nostra azienda agricola possiede la certificazione biologica e biodinamica, ma solo su specifica e insistente richiesta.
Preferisco sempre parlare di Agricoltura, di quel che facciamo, di Terroir, di Artigianalità.
Se parlo di biologico e biodinamico mi riferisco sempre al metodo agricolo e non all’aggettivo qualificativo del vino. Un vino è Vino, un vino buono è un Vino Buono, qualunque sia la tecnica con il quale sia stato prodotto. Solo successivamente deciderò se acquistare o meno un vino buono basandomi sulle regole morali ed etiche che mi sono dato.
 
Una lettera aperta che dice molto sul tema dei vini naturali, o del rispetto della natura nel vino, partendo da un presupposto fondamentale: queste rimangono definizioni aggiuntive rispetto alla centralità del vino e della sua qualità. Bisogna avere coraggio a metterla già chiara e dura come fa Alessandro Dettori... ma è così che si conquista autorevolezza.

Come esportare vino senza perdere l’anima

«Ora vendo più Barolo in Italia, una bottiglia su dieci. Anzi, un po’ meno, esporto il 91% del mio vino. Fino a qualche anno era il 95%». Mauro Mascarello, il barolista del Monprivato, deve tutto a un cultore di musica antica e un ingegnere nucleare. Quarantasette anni fa sono stati i primi importatori negli Stati Uniti. La storia è la perfetta rappresentazione del-l’assenza dello Stato nel sostegno dei vignaioli italiani all’estero. Sostegno essenziale ora più che mai: perché qui si beve sempre meno...

Quando il vino è commodity solo nella testa dei produttori (WineMeridian)

Ma il vino può veramente diventare una commodity? Per il consumatore quasi mai ma per il produttore talvolta sembra una scelta possibile se non addirittura inevitabile

(...) Ricordiamo che per commodity si intende un bene per cui c'è domanda ma che è offerto senza differenze qualitative sul mercato ed è fungibile, cioè il prodotto è lo stesso indipendentemente da chi lo produce.
Secondo Biscontin l’idea del vino commodity “è uno dei più grandi equivoci ricorrenti nel vino italiano. Il vino non è quasi mai una commodity per il consumatore finale. Ovviamente all’interno di un marchio, i prodotti con il medesimo marchio sono totalmente fungibili, ma questo non fa di loro una commodity. (...)

Continua a leggere


Il tema è più che centrale, non si tratta di sterili definizioni economiche ma della vita reale dei coltivatori e dei produttori di vino. Se il proprio prodotto viene assimilato ad un bene da acquistare solo in funzione del prezzo qualsiasi discorso di altro tipo viene automaticamente azzerato.

Campagna radio Tavernello: più bianco non si può!

Parecchi anni fa chiaccherando con una mia ex compagna di master che al tempo lavorava in un primario istituto di ricerca milanese, sottolineavo quanto fosse arretrata e secondo me poco efficace, la comunicazione nel settore dei detersivi. Indipendentemente dalle marche infatti tutte le pubblicità continuavano da decenni a basarsi sui concetti di “lava più bianco del bianco”, “lava ancora più bianco” e simili. (...) Questa cosa mi è tornata in mente l’altro giorno quanto ho sentito alla radio lo spot dello Chardonnay Tavernello. I protagonisti sono giovani, carini (saranno anche disoccupati?) e simpatici con una spensieratezza da edonismo reganiano anni ’80 come se la crisi non fosse mai esistita. E’ una rappresentazione affine al target di Tavernello attuale, potenziale o aspirazionale

COMUNICAZIONE E FORMAZIONE - I SUGGERIMENTI DI FABIO


TENDENZE WINE&FOOD
Assunti per bere birra: il National Museum offre un lavoro da sogno
I feticisti del trattore
Acquisizione Vietti, intervista a Kyle Krause
Wine Meridian Goes West - Il mercato statunitense
Pokémon Go: la nuova frontiera del Local Marketing
I siti staranno anche morendo, ma perché sono fatti male
Questa birra è fatta con l’acqua piovana
Vino: ecco le dieci etichette più belle
Nasce Gruppo Whatsapp Agronomo - Quando l'agricoltura incontra la messaggistica mobile
Menu a Km 0 - Alma: una iniziativa da copiare

DATI
Facebook Q2 2016: 1 miliardo di utenti attivi al giorno da mobile
Italiani tecnologici ma tra i più preoccupati in Europa per la privacy in rete

TENDENZE
L’unica regola universalmente valida per il digital marketing è il buonsenso.
CANVA E LE SUE SCUSE: ANCHE QUESTO È PERSONAL BRAND
5 CASI DI SUCCESSO DI INSTAGRAM MARKETING PER PICCOLI BUSINESS

STRUMENTI/GUIDE
Facebook, dieci consigli per condividere le emozioni estive in totale sicurezza 
Registrazione Dominio Internet: i 5 elementi chiave che devi analizzare prima dell’acquisto
OTTIMIZZAZIONE SEO COME FARE PER INIZIARE

Sabato 6 agosto 2016 
@ 19:30 - 24:00
Convento del Carmine
Piazza Trento e Trieste
Velletri (RM)
Organizzatore: Confesercenti Velletri

 

Calici sotto le Stelle - Undicesima edizione


Sabato 6 agosto dalle ore 19.30 presso il restaurato Convento del Carmine di Velletri, in piazza Trento e Trieste, si svolgerà l'11esima edizione dell'evento dedicato alla degustazione di vino e all'osservazione astronomica organizzato da Confesercenti Velletri in collaborazione con il Comune di Velletri attraverso gli assessorati delle Politiche Agricole e del Commercio e la Proloco Velitrae.
L'evento vede fattiva partecipazione del CREA-ENC di Velletri e dei Sommelier della Delegazione di Roma e Castelli Romani della FISAR.
Saranno presenti oltre 15 cantine con più di 50 vini, compreso nel ticket delle degustazioni gli appassionati troveranno tre assaggi finger food e un dolce.
YouTube
YouTube
Twitter
Twitter
Enoagricola Blog
Enoagricola Blog
Facebook Fabio
Facebook Fabio
Instagram
Instagram
Google Plus
Google Plus
Copyright © 2015 | Fabio Ciarla | All rights reserved.
Enoagricola Blog - Il primo audio-blog sul mondo del vino
Comunicazione e Formazione


Stai ricevendo questa email perché ti sei iscritto oppure perché hai partecipato ad uno dei miei corsi di comunicazione, sei un mio amico o cliente e ho pensato che potesse interessarti. Nel caso in cui non volessi più riceverla puoi cancellarti in ogni momento o puoi aggiornare i tuoi dati cliccando sui link che vedi qui sotto.

unsubscribe from this list    update subscription preferences 
 






This email was sent to lieve@tiscali.it
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Fabio Ciarla · via Collicello 39 · Velletri, Rm 00049 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp