Copy
Newsletter n. 15 del 10 marzo 2017
View this email in your browser


in memoria di Paolo De Benedetti (1927-2016)

Il libro di Ester è singolare perché è l’unica storia a lieto fine di una progettata Shoah; perché in tutto il libro non compare il nome di Dio; perché la vittoria sull’Eichmann di turno è opera di una donna; perché per celebrare questo miracolo e per ringraziare il Dio nascosto (nascosto nel nome stesso di Ester) non si è trovato di meglio che mangiare certi dolci dai molteplici nomi: orecchie di Aman, chiacchiere, cenci, bugie. Proprio l’assenza di Dio, che a un lettore superficiale potrebbe far pensare a una secondarietà del libro rispetto a tanti altri, è ciò che maggiormente lo avvicina alla nostra esperienza religiosa. Esperienza in cui - se è permesso un bisticcio - abbiamo a che fare con il Dio che si nasconde.

Paolo De Benedetti

Evento inaugurale Effettobibbia 2017
sabato 11 marzo
 

Gruppo ReDonna

sabato 11 marzo ore 21,00
Teatro Oratorio di Comenduno
via S. Maria Comenduno di Albino (Bg)

 
conduzione e regia di Albino Bignamini-Pandemonium Teatro
oggetti di scena di Enzo Catini

ReDonna con
Malika Abed, Rosmery Arandia, Erceinda Chourio, Elena Dorofeev, Alessandra Facchinetti, Chiara Fumagalli, Elena Gatti, Fernanda Ghirardini, Luba Glasa, Carina Henriques, Rossella Marchetti, Irene Migliorini, Olesya Mudrey, Francesca Nilges, Letizia Pagliarino, Caterina Turani.


Il Gruppo ReDonna nasce tre anni fa con il prezioso sostegno delle Associazioni del quartiere di Redona, in particolare l’Osservatorio di Redona, il Polo Civico , le Piane e Mellow Mood. All’origine del progetto vi è l’intento di creare un luogo di incontro fra donne di diversa origine e provenienza, laddove le differenze storiche e culturali, manifestando le loro specificità in un contesto comune, trovano uno spazio di espressione condiviso.
9 italiane d’origine e 7 italiane d’adozione provenienti da Canada, Bolivia, Marocco, Venezuela, Russia, Ucraina, Portogallo, si sono messe in gioco sperimentando linguaggi diversi e storie personali attraverso l’arte e il teatro.
“Io sono Ester”, lo spettacolo diretto da Albino Bignamini, regista, attore e co-direttore artistico di Pandemonium Teatro, è il risultato di un lavoro nato prima di tutto da loro, le 16 donne della compagnia, che hanno scelto e analizzato alcuni particolari aspetti della storia di Ester e li hanno portati alla luce intrecciandoli con la loro memoria. Il racconto, che parte dalla propria biografia, raggiunge così una dimensione più ampia e universale, manifestando alcune peculiarità dell’universo femminile. Ed è qui che là della diversità di cultura, storia e personalità si rivela grande unificatrice e creatrice di un’identità forte che va oltre le differenze.
La bellezza, lo sguardo maschile, la storia e la politica sono gli elementi principali dei racconti portati in scena dalle protagoniste dello spettacolo, che esprimono le emozioni e i ricordi esaminati nel ricco processo di autoindagine che la figura di Ester ha suggerito.


INGRESSO GRATUITO fino a esaurimento posti

Repliche 
venerdì 31 Marzo ore 21
Cineteatro di Boccaleone - Bergamo
Locandina spettacolo IO SONO ESTER - Comenduno 11.03.2017
Facebook
Website
CONFERENZA del 15.03.2017

mercoledì 15 marzo ore 18

Fondazione Serughetti La Porta
viale papa Giovanni XXIII, 30 Bergamo

 

Le due Ester:
un raffronto tra la regina biblica e Etty Hillesum


Klaas A.D. Smelik
Università di Gand, “Centro Studi Etty Hillesum” Middelburg in Olanda

 

introduce e modera:
Lorenzo Gobbi, poeta, saggista e traduttore di Etty Hillesum

Facebook
Website
#EchidiEster - Ester: storia di una regina
La storia di Ester narrata da Giusi Quarenghi
con l'Ensemble Salomone Rossi diretta da Lydia Cevidalli
ascolta o scarica il Podcast
scarica il pieghevole
vai al programma 2017
 Tutti gli appuntamenti sono a partecipazione libera e gratuita
in collaborazione con:
                        
con il contributo di:


con il sostegno economico di
 Effettobibbia promuove la conoscenza della Bibbia tra le donne e gli uomini del nostro tempo, siano o non siano mossi da convinzioni religiose. La Bibbia, infatti, oltre che fondamento dell’ebraismo e cristianesimo e riferimento imprescindibile per l’islam, è una delle componenti essenziali delle cultura occidentale, sul piano letterario, artistico, simbolico, linguistico, politico e giuridico. Costituitosi all’inizio del 2006, il Comitato per la cultura biblica è espressione di una variegata aggregazione di centri culturali (Centro Culturale delle Grazie, Centro Culturale Protestante, Fondazione Serughetti La Porta), istituti museali (Museo Bernareggi), organismi diocesani (Ufficio per l’Apostolato biblico della Diocesi di Bergamo) e dell’associazionismo (ACLI, Gruppi di lettura continua della Parola di Dio).
Copyright © 2017 Effettobibbia - comitato per la cultura biblica, All rights reserved.


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Email Marketing Powered by Mailchimp