Copy
Visita il sito
Newsletter n. 18, giugno 2019

Agire nei primi 1000 giorni di vita del bambino è fondamentale per il suo sviluppo fisico e mentale con benefici che hanno un impatto sulla vita adulta. Se gli interventi si indirizzano ai gruppi sociali più svantaggiati contribuiscono all’inclusione sociale e all’equità.

Per questo si pubblicano una serie di report destinati a operatori sanitari e sociali che fanno una sintesi della migliore letteratura su tre tipi di interventi: quelli di educazione prenatale e postnatale, di supporto alla genitorialità e le visite domiciliari.

Sempre la prima infanzia è il tema del documento “Nurturing care per lo sviluppo infantile precoce”. Il documento elaborato da WHO, UNICEF e World Bank è stato tradotto in italiano dal Centro per la Salute del Bambino – onlus.

Un ulteriore contributo è offerto da “Nascere in Piemonte: il nuovo atlante sul percorso nascita”, in cui si descrive una realtà incoraggiante dove le donne giovani, meno istruite, disoccupate e straniere hanno una probabilità più alta di essere seguite in consultorio.

Infine un ultimo contributo arriva dalla Regione Emilia-Romagna, un dossier illustra i risultati della mortalità, generale e per cause, in relazione alle condizioni socioeconomiche. I dati provengono dallo Studio Longitudinale emiliano.

Ultime notizie

Prima infanzia e disuguaglianze di salute

Agire precocemente, fin dai primi anni di vita favorisce lo sviluppo fisico e mentale del bambino con benefici che hanno un impatto sulla vita adulta. Se gli interventi si indirizzano ai gruppi sociali più svantaggiati contribuiscono all’inclusione sociale e all’equità. Vi è però la necessità di disporre di indicazioni specifiche e quanto più possibile dettagliate sull’impatto dei diversi tipi di intervento sul contrasto alle disuguaglianze.

Con questo obiettivo Dors ha prodotto 3 report: uno focalizzato sugli interventi prenatali e postnatali; uno sul supporto alla genitorialità e uno sulle visite domiciliari.

Leggi tutto

Nascere in Piemonte: i dati del nuovo atlante sul percorso nascita

Dal 2006 al 2016 il numero complessivo dei nati è  in calo, si passa da 36.902  a 30.526. In aumento i figli di donne straniere che passano dal 20,2% nel 2006 al 27,9% nel 2016.

Questi alcuni dei dati contenuti nell’atlante Nascere in Piemonte: percorso nascita regionale relativo all’analisi dei Certificati di Assistenza al Parto, dal 2006 al 2016, compilati per donne residenti in Piemonte che hanno partorito in regione.

Leggi tutto 

 

Se si cambia l’inizio di una storia si può cambiare tutta la storia

Il documento Nurturing Care for Early Childhood Development è nato in risposta alle robuste evidenze scientifiche (the Lancet Series ) che riconoscevano l’importanza e la criticità dei primi anni di vita, per lo sviluppo del bambino. E’ stato elaborato da WHO, UNICEF e la World Bank, in collaborazione  con Partnership for Maternal, Newborn & Child Health, Early Childhood Development Action Network and numerosi altri partner.

Leggi tutto 

 

L’esperienza dell’Emilia-Romagna sulla misura e il contrasto delle disuguaglianze
Il 10 maggio si è tenuto a Bologna il seminario “Equità in salute. Evidenze quantitative ed esempi di azioni di promozione”. In quell’occasione è stato presentato il dossier con i risultati della mortalità, generale e per cause, in relazione alle condizioni socioeconomiche nell’ambito dello Studio Longitudinale emiliano che include i residenti nei comuni Bologna, Modena e Reggio Emilia tra il 2001 e il 2016.

Leggi tutto 

Vi segnaliamo inoltre

Sono disponibili i materiali del seminario "Disuguaglianze di salute: politiche sanitarie e non sanitarie" che si è tenuto a Roma presso l'Istituto Superiore di Sanità, al seguente link
https://www.epicentro.iss.it/politiche_sanitarie/disuguaglianze-salute-convegno-2019
 
Si terrà a Catania dal 24 al 25 ottobre 2019 il  XLII Convegno dell'Associazione Italiana di Epidemiologia dal titolo " L'epidemiologia: una, nessuna, centomila". Per saperne di più 
Questa newsletter vi è stata inviata in quanto utente registrato o operatore scelto dalla Redazione del sito DoRS.

Per cortesia non rispondete direttamente a questa e-mail; inviate le vostre comunicazioni alla Redazione del sito redazione.sito@dors.it o all’operatore interessato.
view this email in your browser
Copyright © 2019 DoRS - Regione Piemonte, All rights reserved.


Vuoi cambiare le modalità di ricezione della newsletter?
Puoi aggiornare le tue preferenze o cancellare la tua iscrizione.